PAGARE LE TASSE SULLE CRIPTOVALUTE?

Fino a poco tempo fa, la maggior parte degli investitori di criptovaluta non sapeva o non si curava di pagare le tasse sulle plusvalenze accumulate comprando e vendendo monete digitali. La comunità di criptovaluta sta affrontando una dura verità: devono pagare le tasse proprio come tutti noi.


Le valute virtuali sono esplose sulla scena degli investimenti lo scorso anno, a causa in gran parte dell’aumento astronomico della popolarità di Bitcoin e dei suoi numerosi successori. L’interesse per questo eccitante nuovo investimento non mostra segni di rallentamento, e presto criptovaluta sarà onnipresente quanto gli altri titoli tradizionali scambiati giornalmente a Wall Street.

Fino a poco tempo fa, tuttavia, la maggior parte degli investitori di criptovaluta non sapeva o non si curava di pagare le tasse sulle plusvalenze accumulate comprando e vendendo monete digitali. La comunità di criptovaluta sta affrontando una dura verità: devono pagare le tasse proprio come tutti noi.

L’attenzione che le valute virtuali stanno ricevendo dai regolatori federali e statali è un segnale positivo che questa tecnologia innovativa si sta dirigendo verso il mainstream. Certo, ha una lunga strada da percorrere fino a quando non arriva lì. Nel frattempo, tuttavia, gli investitori di criptovaluta devono accettare la realtà della crescente supervisione del governo.

PAGARE LE TASSE DI CRIPTOVALUTA NON È FACOLTATIVO

Bitcoin è emerso da una fonte anonima ai margini di Internet quasi dieci anni fa. Per un certo periodo, i commercianti di criptovaluta hanno goduto di un ambiente di investimento libero dalla supervisione governativa. Ciò ha indotto molti investitori a chiudere un occhio sull’aumento della regolamentazione, in particolare dall’Internal Revenue Service.

La responsabilità fiscale per gli investimenti in valuta virtuale è ancora un po ‘grigia per molti aspetti, e nuove leggi e politiche stanno delineando i confini. Tuttavia, una cosa è assolutamente chiara: se scambi le criptovalute, devi segnalare la tua attività all’IRS.

Con grande costernazione di molti dei primi investitori virtuali in valuta, l’IRS ha dichiarato che le valute virtuali sono attività di capitale imponibili nel 2014. Come altri beni capitali, le criptovalute sono soggette alle regole sulle plusvalenze. L’aliquota d’imposta dipende da quanto tempo hai tenuto le tue monete prima di venderle, oltre al prezzo che hai acquistato e al prezzo che hai esaurito. Se le perdite di capitale sui tuoi investimenti in criptovaluta superano i tuoi guadagni in conto capitale, puoi richiedere la perdita come detrazione sulle dichiarazioni dei redditi, fino a $ 3000.

In altre parole, le stesse regole si applicano agli investitori di criptovaluta come contribuenti che negoziano azioni e altri titoli. Sembra abbastanza semplice per qualsiasi trader stagionato, ma sfortunatamente le cose nel mondo delle criptovalute tendono a complicarsi rapidamente.

La maggior parte dei titoli viene utilizzata solo in operazioni di acquisto e vendita semplici. Tuttavia, le criptovalute sono anche destinate ad essere utilizzate per acquistare beni e servizi. Contrariamente alla credenza popolare – e al pio desiderio – di molti investitori di criptovaluta, l’incasso dei tuoi investimenti in valuta virtuale non è l’unico evento tassabile nel corso della vita del tuo investimento. Piuttosto, la responsabilità fiscale sorge ogni volta che le criptovalute vengono scambiate con altre monete, incassate in valuta fiat o utilizzate per acquistare beni e servizi. Pertanto, ad esempio, se acquisti un nuovo divano su Overstock.com utilizzando bitcoin, il tuo acquisto sarà soggetto all’imposta sulle plusvalenze oltre a eventuali imposte sulle vendite applicabili.

PAGARE LE TASSE CRITTOGRAFICHE UTILIZZANDO LA CRIPTOVALUTA

Questo tipo di doppia tassazione rappresenta una vera sfida all’integrazione della criptovaluta nei sistemi di pagamento al dettaglio. Fortunatamente, tuttavia, non tutte le notizie sono cattive. Proprio la settimana scorsa, il Senato dell’Arizona ha approvato una legge che consente ai residenti di pagare le tasse sul reddito statale usando “Bitcoin, Litecoin o qualsiasi altra criptovaluta” consentita dal dipartimento delle entrate dello stato. Mentre il disegno di legge deve ancora passare attraverso la Camera dei Rappresentanti dell’Arizona prima che diventi una legge, rappresenta un momento cruciale nel mondo delle criptovalute.

Il conto dell’Arizona è stato accolto con un misto di entusiasmo e scetticismo. Da una parte, il valore intrinseco delle criptovalute è ancora nell’aria. Le valute virtuali sono diventate leggendarie per la loro volatilità. Il prezzo del Bitcoin è più che raddoppiato negli ultimi due mesi del 2017, prima di ridursi alla metà del suo valore nei primi due mesi del 2018.

Ben noti critici di criptovalute, come Warren Buffett e il CEO di JPMorgan Chase Jamie Dimon , sostengono che le criptovalute offrono poco o nessun valore di mercato e che gli attuali prezzi di mercato sono alimentati interamente dalla speculazione. D’altra parte, la tecnologia blockchain che supporta il mercato delle valute virtuali è un’innovazione rivoluzionaria che ha il potenziale per cambiare il modo in cui le persone utilizzano interamente il denaro.

Il destino della legge dell’Arizona è ora nelle mani dei rappresentanti dello stato, e resta da vedere come si svilupperà la saga. È una mossa legislativa coraggiosa che potrebbe essere messa da parte dalla Camera dei rappresentanti più conservatrice dello stato. Tuttavia, è anche un segno dei tempi. L’Arizona riconosce il valore potenziale delle valute virtuali come una tecnologia, non solo una sicurezza o una sostituzione per il denaro tradizionale.

Di conseguenza, lo stato si posiziona come un mercato favorevole alla criptovaluta in previsione di una maggiore adozione della tecnologia della valuta virtuale e dei suoi derivati. Mentre resta da vedere la redditività a lungo termine di qualsiasi valuta virtuale, l’integrazione della criptovaluta in flussi di entrate governative è un segnale positivo per il futuro di questa nuova entusiasmante tecnologia.